Ancora furto di dati personali?

Questa volta riguarda in qualche modo Google. Non è molto chiaro come mai ci fossero dati pubblici, senza protezione. Forse perchè erano “solo” indirizzi email, numeri di telefono… e che altro c’era? Non vanno protetti per quale ragione?  E Google non si è accorto di nulla? Come mai?

Servono ulteriori informazioni. Resta comunque il fatto che altri dati personali sono stati rubati e vanno a popolare gli archivi a disposizione di malintenzionati.

In una indagine ANSSAIF, che sarà pubblicata a breve, si leggeranno impressionanti  dati relativi alla ignoranza nei confronti delle possibili minacce e sulle contromisure disponibili da adottare.

La gran maggioranza delle persone non usa un antivirus!

 

La notizia tratta da KEY4BIZ:

Violato il Cloud di Google: i dati di 1,2 miliardi di persone trovati su un server non protetto

di Paolo Anastasio

Un database conservato sul Cloud di Google contenete i dati esposti senza protezione di 1,2 miliardi di persone sono stati rinvenuti in quello che già viene definito come un colossale data leak. Fra i dati esposti in rete c’erano account social, indirizzi mail e numeri di telefono associati ai nominati….

 

Ancora furto di dati personali?

Gli articoli che possono Interessarti...