Home Home Page Le aziende ospedaliere sotto attacco cyber

Le aziende ospedaliere sotto attacco cyber

265

Prendiamo spunto dalla notizia commentata ieri  sul nostro sito (cliccare qui   ). Almeno un paio di ospedali (che ci risulta stiano attualmente facendo ricerche sul virus) sono stati sottoposti ad un attacco cyber. In particolare, uno di essi ha segnalato ai dipendenti di spegnere tutti i computer in attesa di opportuni interventi. Un ospedale, in un momento assai grave quale l’attuale, si ritrova senza avere accesso ai computer!

Riteniamo d’obbligo due considerazioni: la prima, che tutte le normative e framework raccomandano la massima attenzione alla protezione dei dati nei momenti di emergenza; infatti, è in quei momenti che i criminali preferibilmente attaccano essendosi rallentati i controlli.

La seconda considerazione nasce da recenti indagini dalle quali emerge che la maggior parte delle aziende ospedaliere non ha aggiornato i sistemi di sicurezza informatica e di gestione dell’emergenza e ciò in base alle risultanze di periodiche di auto-analisi dei rischi.

Alla dirigenza di queste strutture, mentre le ringraziamo di cuore per il grande sforzo che stanno facendo, ci permettiamo di suggerire di impegnare il personale IT – opportunamente supportato anche da specialisti esterni – in attività di risk assessment a difesa del sistema informativo, concentrando le difese ove vi sono le maggiori criticità.

Ricordiamo che le strutture pubbliche possono richiedere il supporto gratuito all’AGID, attraverso le Regioni o direttamente al progetto di accompagnamento alla sicurezza. Le società: Leonardo Company, IBM e Fastweb hanno messo a disposizione risorse specialistiche ed un apposito strumento di autodiagnosi. Perché non approfittarne,  invece di lasciarsi rubare i dati o farsi bloccare tutti i computer? La dirigenza, se non interviene,  si assume una responsabilità non indifferente.